Assegni di ricerca

Procedura per l'erogazione di finanziamenti per assegni di ricerca (PEFAR)

La presente “Procedura per la Erogazione Finanziamenti per Assegni di Ricerca, in appresso PEFAR, è stata approvata nel Direttivo di Venerdì 9 Maggio 2008, tenutosi presso la sede della Bristol Mayer Squibb in Roma, Via Virgilio Maroso n° 50, ed entra in vigore con effetto immediato.

È inteso che in corso d’opera potranno esservi delle modifiche attuative per adeguamenti sia a nuove normative che miglioramenti operativi.

Premesso che:

  • Bianco Airone non può essere sostituto di imposta e pertanto può erogare solo assegni di ricerca
  • Bianco Airone può finanziare assegni di ricerca solo se coperti finanziariamente almeno allo 80% da donazioni di terzi, sia esse liberali che mirate al singolo progetto
  • Bianco Airone, in ottemperanza a quanto previsto dal vigente statuto art 3 comma g ( promuovere iniziative di ricerca scientifica sui problemi posti dalle sopra dette patologie) è in grado, di finanziare progetti di ricerca solo quando questi hanno delle ricadute sia dirette che indirette sui pazienti oncologici con priorità per quelli oncoematologici.

L’iter previsto è il seguente: la richiesta di finanziamento deve pervenire a Bianco Airone su carta intestata dell’Ente Richiedente che, nel caso di Reparti Ospedalieri, dove essere firmata dal Responsabile con poteri di firma.

La richiesta deve contenere:

  • l’importo e la durata della ricerca;
  • il numero dei ricercatori (da 1 a max 3);
  • le competenze del/dei ricercatori/trici (Laurea obbligatoria + altri titoli se ve ne sono) da selezionare mediante bando;
  • in allegato la descrizione del progetto di ricerca, firmato dal Responsabile di Funzione, (obiettivo: cosa, come, dove e quando), con la sottolineatura dei benefici diretti od indotti per i pazienti.

Bianco Airone, in un Direttivo, convocato se necessario con procedura d’urgenza, verifica innanzitutto la copertura finanziaria prevista da una donazione liberale o mirata, ascoltando il resoconto del Tesoriere.

Il Direttivo, in base sia alle indicazioni finanziarie che alla finalità specifica del progetto per la ricaduta sui pazienti, approva, respinge od approva con riserva di ulteriori verifiche.

Nel caso di respinto sarà il Presidente che, in via informale, comunicherà la decisione al Responsabile Richiedente.

Per approvazione, sia piena che provvisoria, Bianco Airone per iscritto, anticipandola via e-mail o fax, comunica al Richiedente l’approvazione della sua richiesta e l’avvio dell’iter operativo: VIENE APERTA LA PRATICA DI PROGETTO.

Emissione del BANDO da parte di Bianco Airone.

Poiché Bianco Airone non ha le competenze scientifiche per la selezione degli Assegnatari degli assegni di ricerca, contemporaneamente alla comunicazione di approvazione, chiede al Responsabile Richiedente la segnalazione di uno, due, o più nominativi per l’istituzione di una Commissione Medica Specifica (che dovrà essere composta da almeno tre membri) per la selezione degli assegnatari. Il Consiglio Direttivo si riserva di nominare un membro di sua fiducia per completare la Commissione.

Il Bando va pubblicato per i 15 giorni previsti dalla legge. Le adesioni potranno pervenire sia presso la segreteria di Bianco Airone, sia presso lo sportello Bianco Airone operativo presso il Reparto, sia alla Segreteria del Reparto in caso si sua disponibilità.

Il giudizio della Commissione sul destinatario/i della ricerca, è insindacabile e Bianco Airone ne prende atto dissociandosi da ogni eventuale irregolarità sia formale che sostanziale nella conduzione della selezione.

La scelta dell’assegnatario/tari da parte della Commissione, mediante verbale firmato dai componenti la Commissione, viene inviata a Bianco Airone che ne accusa ricevuta ed avvia la pratica di finanziamento, sempre subordinata alla copertura mediante incasso avvenuto della donazione liberale e/o mirata.

Bianco Airone, in base al Progetto, pianificherà l’erogazione dei pagamenti tenendo conto delle esigenze del destinatario, quelle di progetto e della Normativa che regola tale erogazioni; lo assegno non trasferibile o bonifico bancario, non potrà comunque superare i 3000 euro (tremila/00) a rata.

Sarà facoltà di Bianco Airone, di effettuare una trattenuta per spese amministrative fino ad un massimo del 7% dell’importo finanziato.

Fotocopia delle ricevute di pagamento saranno rese disponibili tanto al Responsabile di Reparto che all’Ente finanziatore, ciò per trasparenza dell’intera operazione di finanziamento.

A finanziamento concluso la PRATICA relativa al Progetto viene chiusa e messa agli atti. La visura della Pratica è resa disponibile, dietro semplice richiesta scritta a tutti gli attori della stessa ed alle Autorità competenti così come previsto dalla legge sulla conservazione di questa tipologia di documenti. 

Donazioni

Scrivici

Se hai un problema, una domanda o anche solo una curiosità, mandaci una email! Cerchiamo di rispondere a tutte le email nel giro di poche ore.

I tuoi dati